Pyongyang: "Completeremo presto il piano per attaccare al largo di Guam"

Share

Ho grande rispetto per Cina e Russian Federation che hanno votato nuove sanzioni Onu contro la Corea del Nord ha detto Trump, parlando da Bedminster, New Jersey.

Il Giappone ha inoltre schierato i missili intercettori, mentre da Mosca il ministro degli Esteri ha ammesso che le possibilità di una guerra sono molto alte, al punto che la stessa Russian Federation avrebbe già provveduto a un primo rafforzamento delle proprie difese. Le nuove dichiarazioni arrivano dopo che la Corea del Nord aveva illustrando il piano per attaccare con missili a medio raggio l'isola di Guam, protettorato americano, il capo del Pentagono James Mattis ha invitato Pyongyang a smetterla con "azioni che potrebbero portare a una fine del suo regime e alla distruzione della sua gente". Sulla minaccia di attacco prevista per metà agosto, inutili gli appelli alla moderazione della Cina. "Il presidente Trump ci sta portando sull'orlo di una guerra nucleare" si legge nella dichiarazione diffusa dall'agenzia nordcoreana Kcna "Vi spazzeremo via, vi cancelleremo dalla faccia della terra". Lo ha dichiarato la cancelliera tedesca Angela Merkel, parlando della tensione e delle minacce tra Corea e Stati Uniti.

More news: What Does the US Military Do on the Island of Guam?

Il rischio di un conflitto militare legato alla Corea del Nord è molto alto e Mosca è profondamente preoccupata dalle minacce che Pyongyange Washington si stanno scambiando. "Sfortunatamente la retorica di Washingon e Pyongyang sta superando ogni livello", ha detto il ministro degli Esteri Serghiei Lavrov, "mi auguro che prevalga il buon senso".

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato su Twitter di essere pronto a colpire la Corea del Nord, nel caso in cui il regime di Pyongyang dovesse "agire incautamente".

Share